Serie A1: Ekipe Orizzonte-Sis Roma 9-8

Vittoria straordinaria per l’Ekipe Orizzonte, che nel pomeriggio ha vinto il match di recupero dell’undicesima giornata di campionato tra le mura amiche della Piscina “Francesco Scuderi” di Catania.

Prestazione di grande cuore e qualità delle catanesi, che hanno battuto 9-8 la Sis Roma al termine di una sfida emozionante.

Squadra finalmente al completo per le rossazzurre, per mesi falcidiate da infortuni e contagi da covid, con tre titolari al rientro oggi dopo aver smaltito i postumi del virus.

Partita studiata a menadito da Martina Miceli, con le sue ragazze brave ad aggredire le avversarie sin dall’inizio, con il primo tempo vinto 3-2 dalle padrone di casa.

Tentativo di ritorno delle giallorosse nel secondo parziale, conquistato dalla Sis Roma per 3-1, e break decisivo dell’Ekipe Orizzonte nella terza frazione, vinta con un netto 4-0. Inutile il 3-1 delle ospiti nel quarto tempo.

Top scorer del match è stata Bronte Halligan, determinante non solo per i tre gol segnati. Due reti a testa per Valeria Palmieri e Giulia Emmolo, una ciascuno per Claudia Marletta e Jelena Vukovic.

Tre punti importanti per la squadra catanese, felice non solo per la vittoria ma anche per aver ritrovato la piena disponibilità di tutte le sue giocatrici, come ha sottolineato al fischio finale il capitano dell’Ekipe Orizzonte: “Ci aspettavamo una partita tosta ma anche di giocare così – ha ribadito Valeria Palmieri – . Finalmente siamo tornate in campo tutte insieme, non lo facevamo da novembre, prima della Coppa Campioni. Per una squadra è fondamentale farlo con costanza e allenarsi con la formazione al completo e ci siamo dette che da oggi inizia il nostro percorso playoff. È stata sicuramente una partita difficile, ma che abbiamo giocato con la testa giusta. D’ora in poi cercheremo di costruire e raggiungere il nostro obiettivo con questa mentalità. In questa partita è arrivata la risposta che mi attendevo, non solo dalle mie compagne ma anche da me stessa. Siamo scese in campo con tanta rabbia, perché dei tre obiettivi prefissati a inizio stagione due sono  sfumati senza neanche poterli giocare nelle migliori condizioni possibili, per via delle tante assenze accusate sia nel girone di Coppa Campioni che nella Final Six di Coppa Italia. Abbiamo dato tutto e a fine gara alcune di noi erano davvero stanche, per via dell’assenza prolungata dal campo. Rientrare e giocare una partita di alto livello con la consapevolezza di non essere al 100% della condizione è molto complicato, ma noi abbiamo fatto di tutto per riuscirci”.

IL TABELLINO DEL MATCH:

EKIPE ORIZZONTE-SIS ROMA 9-8

(Parziali: 3-2 1-3 4-0 1-3)

EKIPE ORIZZONTE: Santapaola, Halligan 3, Spampinato, Viacava, Gant, Bettini, Palmieri 2, Marletta 1, Emmolo 2, Vukovic 1, Longo, Leone, Condorelli. All. Miceli

SIS ROMA: Eichelberger, Cocchiere 1, Galardi, Avegno 3, Giustini 1, Ranalli 1, Picozzi, Tabani, Nardini, Di Claudio, Storai 1, La Roche 1, Brandimarte. All. Capanna

Arbitri: Guarracino e Calabro’

Note: Spettatori 100 circa. Uscita per limite di falli Bettini (C) nel terzo tempo, Vukovic (C), Cocchiere (R) e Avegno (R) nel quarto tempo. Avegno (R) ha fallito un rigore a 1.15 del terzo tempo sul 5-8 (traversa). Ammonita Miceli (all. C) nel terzo tempo a 7.40; Capanna (all. R) a 6.00 nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Catania 6/13, Roma 3/14 +1 rigore fallito.

 

PH MFSPORT.NET

Commenti

commenti