Serie A1: Ekipe Orizzonte in finale Scudetto! Battuta 11-9 la Sis Roma in semifinale Gara 3

L’Ekipe Orizzonte gioca una partita straordinaria e vince meritatamente Gara 3 delle semifinali Scudetto contro la Sis Roma, conquistando la qualificazione alla finale contro il Plebiscito Padova.

Prestazione rabbiosa delle catanesi, che hanno mostrato i muscoli e lottato con le unghie e con i denti dal primo all’ultimo istante della partita, superando le capitoline 11-9 e dominando il match dall’inizio alla fine.

Partenza a razzo delle rossazzurre, che hanno vinto 1-0 un primo tempo giocato a scacchi con le avversarie, portandosi addirittura avanti di quattro reti nella seconda frazione, conquistata poi per 4-2. Inutile tentativo di ritorno delle giallorosse nel terzo parziale, a favore della squadra ospite per 3-2, e 4-4 in quel quarto tempo che consolida il successo delle padrone di casa, osannate a bordo vasca da un pubblico stellare, che ha tifato in modo compatto e a squarciagola per Capitan Palmieri e compagne.

Claudia Marletta è stata la top scorer del match con cinque gol, mentre Giulia Viacava e Valeria Palmieri sono andate a segno due volte a testa. Una rete ciascuno anche per Dafne Bettini e Giulia Emmolo.

A fine partita grandi sorrisi da parte di tutti e consapevolezza di aver firmato una vera impresa per l’Ekipe Orizzonte, come ribadito con orgoglio ed emozione dal coach delle catanesi: “Le ragazze sono state grandiose – ha sottolineato Martina Miceli – a cominciare dalle veterane, come Claudia Marletta, Valeria Palmieri, Bronte Halligan, Giulia Emmolo e tutte le altre di maggiore esperienza. Sono state eccezionali sia in fase di attacco che di gestione per chi si è sacrificato in difesa. Le più giovani sono state davvero commoventi, perchè ognuno ha fatto il suo con grande cuore. Da Aurora Condorelli, che è stata protagonista del primo vero impegno di spessore della sua carriera, fino a Morena Leone e Dorotea Spampinato. Loro sono cresciute con noi sin da quando avevano nove anni e per me è un orgoglio incredibile vederle protagoniste, anche quando sbagliano qualcosa, è commovente. Anche oggi ho gridato tanto per cercare di dare a tutte loro qualcosa in più, ma in partite come queste sono proprio le nostre ragazze a essere determinanti, al di là del lavoro importantissimo ed essenziale che fa ogni singolo componente del nostro staff nella singola sfida e durante l’intera stagione. Adesso ci prepariamo a questa finale contro il Padova e faremo di tutto per ottenere il massimo come sempre. Con Marco Capanna ci eravamo detti, prima di questa partita, che chiunque fosse andato avanti avrebbe giocato una seconda finale, perchè in realtà già questa sfida poteva essere considerata tale. Noi abbiamo il merito di esserci guadagnati un’altra finale. Andremo a giocarcela dando il massimo, per godercela dall’inizio alla fine”

La Finale Scudetto si giocherà al meglio delle cinque partite: il 13, 16, 19 ed eventualmente 22 e 25 maggio.

 

IL TABELLINO DEL MATCH:

EKIPE ORIZZONTE-SIS ROMA 11-9

Parziali: 1-0, 4-2, 2-3, 4-4

EKIPE ORIZZONTE: Santapaola, Halligan, Spampinato, Viacava 2, Gant, Bettini 1, Palmieri 2, Marletta 5, Emmolo 1, Vukovic, Longo, Leone, Condorelli. All. Miceli

SIS ROMA: Eichelberger, Cocchiere, Galardi 2, Avegno 2, Giustini 2, Ranalli 1, Picozzi 2, Tabani, Nardini, Di Claudio, Storai, La Roche, Brandimarte. All. Capanna

Arbitri: Calabrò e Frauenfelder

Note: Uscite per limite di falli Cocchiere (R) e Gant (C) nel terzo, Tabani e Ranalli (R) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Orizzonte 5/13 + 3 rigori realizzati e Roma 5/14 + un riore realizzato. Per l’Ekipe in porta la n. 13 Condorelli. In tribuna il commissario tecnico della Nazionale Carlo Silipo. Spettatori 300 circa

Commenti

commenti