Semifinale Scudetto – Gara 2: Plebiscito Padova-Orizzonte Catania 7-6

Anche Orizzonte Catania e Plebiscito Padova, così come
Rapallo Nuoto e Mediterranea Imperia, vanno a Gara 3 in virtù del successo
conquistato dalle venete sul proprio campo in Gara 2.


Questa sera infatti il
Plebiscito Padova ha battuto le rossazzurre 7-6, pareggiando così i conti con
le etnee rispetto all’8-7 subìto in Gara 1 a Catania.

È stata una partita molto combattuta ed equilibrata sin dall’inizio,
come dimostra il punteggio del primo tempo chiuso sul 2-2.
Seconda
frazione vinta dalle padrone di casa per 2-1 e terza conquistata dalle catanesi
con il medesimo score. Decisivo ancora un 2-1 a favore di Padova nell’ultima
frazione, che consente alle venete di vincere la partita e arrivare così alla
bella.
Tra le rossazzurre Capitan Tania Di Mario è la miglior
marcatrice di giornata con quattro reti, mentre Rosaria Aiello e Rita
Keszthelyi ne fanno una a testa.

Questo il commento del coach
dell’Orizzonte Catania al termine del match:
“Sapevamo che sarebbe stata dura e così è stato – dice Martina Miceli – e stasera è
andata male a noi. Resta il fatto che abbiamo subìto il goal decisivo a 3
secondi dal termine, dopo aver preso un’espulsione molto dubbia fischiata al
centro e senza palla. In ogni caso, pur avendo preso un sacco di botte dalle
nostre avversarie non voglio parlare né lamentarmi degli arbitri perché non mi
va che qualcuno pensi che facciamo vittimismo, cosa che quest’anno sembra
andare molto di moda, e non penso che abbiamo perso per colpa loro. Abbiamo
giocato molto bene in difesa, ma in attacco abbiamo sprecato troppo. Abbiamo
permesso a Padova di annullare i nostri centroboa, ma è anche giusto dire che
il loro portiere ha disputato una grandissima partita, sia perché è davvero molto
forte sia perché glielo abbiamo permesso pure noi, sbagliando anche goal molto
facili. Ad un certo punto poi abbiamo proprio rinunciato a giocare la palla sul
centro provando a fare dei tiri da lontano, con i quali difficilmente si poteva
pensare di far goal. Invece, avremmo dovuto fare proprio il contrario e prima o
poi sarebbe arrivato qualcosa di buono”.

Gara 3 della
Semifinale-Scudetto di pallanuoto femminile tra Orizzonte Catania e Plebiscito
Padova si giocherà mercoledì 30 aprile alle ore 15:30, nella Piscina “Francesco
Scuderi” di Via Zurria (CT).


IL TABELLINO DEL MATCH:




Plebiscito Padova-Orizzonte Catania 7-6 (gara uno
7-8)


Plebiscito Padova: Teani, L. Barzon 1, I. Savioli, Sganzerla, M. Savioli
1, Klaassen 1, Verde 2, Dario 1, Rocco, Gottardo, Nenca, Lascialandà 1, Agosta.
All. Posterivo.

Orizzonte Catania: Ricciardi, Keszthelyi 1, Garibotti,
Radicchi, Di Mario 4 (1 rig.), R. Aiello 1, V. Palmieri, Marletta, Gil, Dursi,
Lombardo. All. Miceli.


Arbitri:
Bianchi e Collantoni


Note:
parziali 2-2, 2-1, 1-2, 2-1. Uscite per limite di falli: nessuna. Superiorità
numeriche: Padova 4/10, Catania 2/10 +1 rig..Spettatori 500 circa.

Commenti

commenti