Rapallo Pallanuoto-L’Ekipe Orizzonte 18-10

L’Ekipe
Orizzonte
esce sconfitta dal
campo del Rapallo Pallanuoto, ma il discorso Play Off per le catanesi resta
comunque aperto grazie alla sconfitta subìta dal Cosenza a Bologna.

Non è comunque andata come si sperava per le
catanesi, sconfitte 18-10 dalle liguri nella sedicesima giornata della Serie A1
di pallanuoto femminile.

Il match si è aperto con un gap netto già nel
primo tempo, finito 4-1 per le padrone di casa. Massimo equilibrio nella
seconda frazione, finita 4-4, ma nel terzo tempo Rapallo ha chiuso virtualmente
la  partita con un secco 6-1 a proprio
favore, approfittando dell’espulsione di Palmieri per brutalità. Ininfluente il
4-4 dell’ultimo quarto di gioco.

Miglior marcatrice di giornata in casa rossazzurra
è stata Claudia Marletta con tre gol, mentre Capitan Tania Di Mario e Roberta
Santapaola sono andate a segno due volte ciascuno. Una rete a testa per Roberta
Grillo, Giulia Buccheri e Giulia Aiello.

Questo il
commento del coach de L’Ekipe Orizzonte, al termine del match
:  “Il
momento decisivo della partita di oggi è stato sicuramente quando nel terzo
tempo abbiamo giocato con una giocatrice in meno per ben quattro minuti – dice Martina Miceli – , dopo che Palmieri
è stata espulsa per brutalità. A quel punto la partita è finita. Avevamo
iniziato male, poi siamo rientrate fino al 4-3, ma da lì in poi senza Valeria
il match è stato senza storia, anche se nonostante la sua assenza abbiamo fatto
4-4 nel quarto tempo. I giochi in ottica Play Off restano aperti, ma mi
dispiace continuare a vedere certe cose. In momenti come questi verrebbe voglia
di mollare tutto, perché francamente sia a Bologna che oggi ho visto alcune
decisioni arbitrali che faccio fatica a comprendere. Credo che il fallo di
brutalità di Palmieri sia stato interpretato tale solo dall’arbitro, ma al
tempo stesso in una partita spigolosa come quella di oggi non mi spiego come
non sia stata vista la gomitata data a Tania Di Mario, fuori dall’acqua al
centro del campo. Io non voglio fare la vittima, non l’ho mai fatta in vita mia
e non voglio avere alcun alibi, però non capisco perché i nostri falli si
vedono tutti, mentre quelli degli altri no. Non mi sono mai lamentata degli
arbitri, ma così sto perdendo l’amore per questo sport. Se dobbiamo andare ai
Play Off in questo modo, allora forse è meglio non farli a prescindere”.

IL
TABELLINO DEL MATCH:

RAPALLO PALLANUOTO-L’EKIPE ORIZZONTE 18-10 

(4-1, 4-4, 6-1, 4-4)

Rapallo: Lavi, Zanetta, Casanova 1, Avegno 5, Sessarego 1, Antonucci,
Tankeeva 4, S. Criscuolo 4, Arbus, C. Criscuolo, Cotti 1, Ioannou 2, Maiorino.
All. Antonucci

L’Ekipe Orizzonte: Schillaci, Santapaola 2, Campione, Amedeo, Di
Mario 2, Grillo 1, Palmieri, Marletta 3, G. Buccheri 1, G. Aiello 1, Riccioli,
Lombardo. All. Miceli

Arbitri: L. Ceccarelli e A. Petronilli

Note: Nessuna uscita per limite di falli. Espulsa
Palmieri per brutalità a 0.24 del terzo tempo. Superiorità numeriche: Rapallo
8/9 + un rigore, Orizzonte 1/5 + un rigore. Spettatori 150 circa.

Commenti

commenti