Primi contatti tra Rita Keszthelyi e le sue compagne di squadra

I due acquisti messi a segno nei giorni
scorsi dall’Orizzonte Catania hanno aperto ufficialmente la fase di
preparazione della società rossazzurra in vista della nuova stagione
agonistica.

E’ vero che il campionato di Serie A1 di
pallanuoto femminile inizierà solo tra qualche settimana e che per la prima
fase di Coppa Campioni ci vorrà ancora qualche mese, ma in casa Orizzonte si
lavora ad ogni singolo dettaglio puntando come sempre a non trascurare niente.

In questa fase lo fanno soprattutto dirigenza
e staff tecnico che, in attesa che la squadra si ricongiunga del tutto per
iniziare gli allenamenti, continuano ad operare senza lasciare nulla al caso.

La tensione è già quella giusta e al momento l’obiettivo
societario è quello di monitorare tutto ciò che può agevolare la crescita
continua del gruppo.

Una opportunità importante per farlo è stata
sicuramente offerta dai Mondiali di Barcellona, che hanno visto la presenza
costante di una nutrita rappresentanza dell’Orizzonte Catania sia dentro che
fuori dall’acqua.

I giorni di competizione sono stati infatti
accompagnati dalla presenza del Presidente Nello Russo, ma anche del General
Manager della società rossazzurra, Giuseppe La Delfa, e del coach Martina Miceli,
che si sono alternati nel capoluogo catalano.

Ben sei le giocatrici tesserate con
l’Orizzonte che si sono date battaglia in vasca: cinque sono scese in campo tra
le file della nazionale italiana (Tania Di Mario, Federica Radicchi, Arianna
Garibotti, Rosaria Aiello e Valeria Palmieri); una in quella ungherese: il
nuovo acquisto della società etnea, Rita Keszthelyi, che ha conquistato il
bronzo con la sua nazionale.

Proprio l’atleta magiara ha avuto
l’opportunità di entrare in contatto con alcune delle sue nuove compagne rossazzurre,
con cui ha avuto certamente la possibilità di confrontarsi in vasca in
occasione del match tra Italia e Ungheria ma anche di familiarizzare con chi si
troverà a lavorare ogni giorno. Tra queste vi era pure il portiere rossazzurro,
Peppina Ricciardi, arrivata a Barcellona per sostenere la propria nazionale e
felice di prendere con Rita il primo contatto ufficiale da compagna di squadra
dell’Orizzonte. Intanto, a Catania, Blanca Gil continua a lavorare sodo per
raggiungere il top della condizione nel più breve tempo possibile, seguendo il
percorso di lavoro tracciato insieme al coach Martina Miceli. Presto la
raggiungeranno anche tutte le altre componenti della rosa, che dopo un
fisiologico periodo di riposo si ritroveranno più agguerrite che mai e pronte a
battersi per tenere sempre in alto il nome dell’Orizzonte.

Commenti

commenti