Plebiscito Padova-Geymonat Orizzonte Catania: 5-10

La Geymonat Orizzonte Catania sfodera un’altra prestazione positiva e sbanca Padova, portando a casa con prepotenza l’intera posta in palio.
Le ragazze di Martina Miceli hanno vinto 10-5 sul campo del Plebiscito Padova, disputando una partita praticamente perfetta, che le ha viste comandare il risultato sin dall’inizio grazie al vantaggio siglato in apertura di match da Capitan Tania Di Mario, su un tiro di rigore procurato da Maddalena Musumeci.
Solo un timido accenno di reazione per le padrone di casa, che dopo aver raggiunto l’1-1 sono state travolte dalle rossazzurre, avanti 3-1 a fine primo tempo grazie alla rete di Dominique Perreault e al primo sigillo stagionale di Claudia Marletta, all’esordio e in goal anche nella seconda frazione, conclusa sul 3-3. Match virtualmente chiuso nel terzo tempo, vinto 2-0 dalle catanesi, brave a conquistare per 2-1 pure l’ultimo parziale.
Top-scorer di giornata è Arianna Garibotti con tre marcature, mentre Dominique Perreault e Claudia Marletta ne fanno due a testa. Primo goal della sua “seconda carriera” per la sempreverde Maddalena Musumeci, uno ciascuno per Capitan Tania Di Mario e Valeria Palmieri.
A fine partita il General Manager della Geymonat Orizzonte Catania sottolinea di aver visto ciò che in cuor suo si aspettava dalla propria squadra: “Abbiamo davvero giocato molto bene – dice Giuseppe La Delfa – , ma credo che la prestazione di oggi per noi rappresenti una conferma. Adesso cominciamo a parlare di certezze e non più di episodi o speranze di essere realmente come ci eravamo mostrati nelle prime uscite. Ora, secondo me possiamo parlare di una squadra che se vuole e se si applica, mostrando dedizione dal primo all’ultimo elemento e mettendo in pratica ciò che viene chiesto dall’allenatore, può fare dei bei risultati e soprattutto divertirsi. Sono contento per l’esordio di Claudia Marletta, indipendentemente dai goal, perché dopo mesi di tensione non era certamente facile tornare all’agonismo a certi livelli e per una partita così importante, così come lo sono per Peppina Ricciardi, che si sta mostrando rigenerata dalla cura Miceli, ma in generale mi è piaciuta molto la partita di tutte le nostre ragazze. Ciò perché oggi hanno davvero dato il massimo, da Valeria Palmieri che Lunedì si ricovererà per essere operata di appendicite, a tutte le altre. Sono convinto che possiamo fare addirittura meglio, perché se vogliamo essere meticolosi possiamo dire che oggi ci sono state tante cose che hanno funzionato ma ce ne sono certamente delle altre che potrebbero anche andare molto meglio. Tutto quindi dipenderà dalla perseveranza e dalla dedizione che verrà messa da ognuna delle nostre giocatrici, ma è fuor di dubbio che oggi sono davvero molto soddisfatto”.
Anche il coach delle catanesi non sta nella pelle per l’ottimo risultato conseguito in casa del Padova: “Dire che sono contenta è poco – dice Martina Miceli – , perché abbiamo giocato una gran partita e tutte le ragazze hanno dato un grandissimo contributo, permettendoci di vincere nettamente in casa di una delle squadre più forti del campionato. Siamo partiti bene e abbiamo avuto il giusto atteggiamento sin dall’inizio del match, non siamo mai andati sotto e anzi siamo stati sempre avanti. Ho visto un enorme sacrificio da parte di tutte le mie giocatrici, sia in attacco che in difesa, e per questo mi complimento con ognuna di loro. Voglio dare una particolare nota di merito a Peppina Ricciardi e Federica Radicchi, che ci hanno consentito di limitare al minimo il numero di reti subite contro l’attacco più prolifico delle prime due giornate di questa stagione. Però, ripeto, brave davvero tutte, da Maddalena Musumeci a Rosaria Aiello che si sono sacrificate moltissimo anche in fase difensiva. Poi Tania Di Mario, il nostro Capitano, che come sempre ci ha trascinate, Dominique Perreault ancora una volta determinante, così come Filomena Dursi, che ha giocato quasi ad handicap per le due espulsioni prese abbastanza presto ed è stata bravissima a non subire quella definitiva. Siamo state eccezionali pure in attacco, con Claudia Marletta subito calata nel suo ruolo, malgrado non giocasse con noi da tempo, e Valeria Palmieri stoica per essere scesa comunque in campo con un intervento chirurgico alle porte. Per non parlare di Arianna Garibotti, che ormai segna con la regolarità che fa parte del suo DNA, e non mi dimentico certo di chi fa parte di questo gruppo da anni nonostante la giovane età, come Alessandra Musumeci e Sofia Lombardo, con quest’ultima che viene da una settimana fastidiosa per via di un piccolo incidente con il motorino nel quale fortunatamente non ha riportato conseguenze. Era stata una settimana molto complicata e la partita di oggi ci permette di metterla alle spalle con un grande sorriso. Ci siamo prese una bella soddisfazione, guardiamo avanti con fiducia”.
 
 
La squadra del Presidente Nello Russo tornerà in vasca a Bordeaux (FRA) dal 22 al 25 Novembre, per disputare il girone di Coppa LEN contro le padrone di casa dell’Union ST Bruno, le russe dell’Uralochka Zlatoust e dell’Izmailovo Moscow, le olandesi del Widex Donk Gouda e le inglesi del City of Liverpool.
 
Il campionato femminile di Serie A1 osserverà oltre un mese di pausa e ripartirà Sabato 15 Dicembre con la quarta giornata, che vedrà la Geymonat Orizzonte Catania impegnata nell’ennesimo big-match di questo inizio di stagione, sul campo casalingo di Via Zurria contro il Rapallo, capolista con nove punti in classifica proprio in coppia con le catanesi.

Commenti

commenti