Orizzonte Catania Campione d’inverno!

L’Orizzonte Catania espugna anche
il campo del Rapallo Nuoto ed è campione d’inverno grazie al successo ottenuto
sul campo delle liguri con il risultato di 12-9, nell’anticipo della nona
giornata della Serie A1 di pallanuoto femminile.

Le ragazze di Martina Miceli hanno
infatti superato con merito pure le campionesse d’Italia in carica, rafforzando
ulteriormente il primato in classifica e portandosi a +6 proprio sulla squadra
di Sinatra.

Continua così il ruolino di
marcia inarrestabile delle catanesi, che conquistano la sedicesima vittoria
consecutiva in altrettante partite giocate in questa stagione tra Campionato,
Coppa Campioni e Coppa Italia e regalano l’ennesimo sorriso al Presidente Nello
Russo e ai propri tifosi.

Il match ha visto il predominio territoriale
dell’Orizzonte Catania sin dalle prime battute, poiché le catanesi sono andate avanti
già dal quarto di gara iniziale vinto 3-2. Inutile il tentativo di reazione
delle padrone di casa, riuscite a fatica a chiudere il secondo tempo con lo
stesso numero di reti (3)  delle etnee.
Orizzonte Catania determinata a dimostrare la propria superiorità sia nel terzo
che nel quarto parziale, vinti rispettivamente 2-1 e 4-3, e decisivi ai fini
del successo.

Il tabellino vede a segno tre
volte ciascuno sia Blanca Gil che Rita Keszthelyi, ma Capitan Tania Di Mario
risulta comunque determinante con due reti. Un gol a testa per Federica
Radicchi, Arianna Garibotti, Rosaria Aiello e Valeria Palmieri.

Grande soddisfazione per il General Manager dell’Orizzonte Catania,
che a fine partita si gode il momento
felice della squadra
: “Sono contento per le nostre giocatrici e per tutta
la nostra società – dice Giuseppe La
Delfa –
, a maggior ragione perché faccio i salti mortali per riuscire a
scappare da tutte le parti ed essere presente il più possibile accanto alla
squadra. Certamente partite come queste sono i regali più belli e ci ripagano
alla grande per tutti i sacrifici che ognuno di noi fa. Queste ragazze adesso
stanno dimostrando di essere diventate mature come atlete e come persone e
questo mi fa pensare seriamente al fatto che siano pronte ad ambire a cose
importanti sia personalmente che come squadra. Siamo ancora al 10 gennaio ed
ovviamente quella di stasera dev’essere presa come una delle tante partite d’avvicinamento
ai momenti più importanti della stagione, però il fatto che diamo costantemente
questo tipo di dimostrazioni è importante per gli altri che ci guardano ma
soprattutto per noi”.

Quella di stasera è probabilmente la vittoria più significativa di
quelle collezionate dalle catanesi fino a questo momento della stagione, ma il
coach dell’Orizzonte Catania sa bene che sono più importanti le risposte avute
dalla squadra:
“Sono contenta per i tre punti – dice Martina Miceli – , anche se so quanto possano valere
realmente in questa fase della stagione. Rapallo è una squadra di ottimo
livello e vincere questo tipo di partite fa sempre piacere. Anche noi però
siamo una bella realtà e abbiamo tante valide soluzioni sia in difesa che,
soprattutto, in attacco. Abbiamo avuto conferma di ciò in parecchie occasioni, perché
quando magari qualcuna delle giocatrici sta meno bene c’è sempre qualcun’altra
che è pronta a darle il supporto giusto. Venivamo da una settimana difficile,
nella quale sia Ricciardi che Gil erano state poco bene e quindi siamo arrivate
a questa partita in emergenza. Devo dire che sono assolutamente contenta della
prestazione soprattutto sul piano emotivo, perché le ragazze sono state molto
brave a tenere la calma per tutta la gara. Per certi versi infatti è stata forse
una partita un po’ troppo confusionaria, per via di alcune decisioni dei
giudici di gara difficili da interpretare da ambo le parti. Non ho capito per
esempio il cartellino giallo dato alla nostra squadra sul goal dell’11-8 per
noi, quando abbiamo esultato per l’importante vantaggio conquistato in quel
momento della gara. Forse soprattutto in certe partite sarebbe più giusto mantenere
un po’ più di calma, perché io penso che ciò che viene fischiato dagli arbitri
è sempre sacrosanto ma ricevere tranquillità proprio da loro permette di
concentrarsi meglio sulla partita a chi scende in campo dall’una e dall’altra
parte”.

 

 

 

IL TABELLINO DEL MATCH:

 

Rapallo
Pallanuoto – Orizzonte Catania: 9-12

 

Rapallo Pallanuoto: Stasi, Gragnolati,
Zerbone, Kisteleki 4 (1 rig), Queirolo 1, Bianconi 1, Ioannou 1, S. Criscuolo
1, C. Criscuolo, Rambaldi, Cotti, Frassinetti 1, Risso. All. Mario Sinatra.

Orizzonte Catania: Ricciardi,
Keszthelyi 3, Garibotti 1, Radicchi 1, Di Mario 2, R. Aiello 1, V. Palmieri 1,
Marletta, Gil 3, Dursi, Lombardo, Scuderi. All. Miceli.

Arbitri: Cristina Taccini e Patrizia Zappatore

Note: parziali 2-3, 3-3, 1-2, 3-4. Uscita per limite di falli Garibotti (O) nel
quarto tempo. Superiorità numeriche: Rapallo 3/8 + 1 rigore e Orizzonte 4/8.
Spettatori 200 circa

Commenti

commenti