L’Ekipe Orizzonte-Prato WP: 10-9

L’Ekipe  Orizzonte compie una delle sue
classiche imprese e conquista una splendida vittoria contro il Prato WP,
battendo 10-9 le toscane ed invertendo sul campo i favori del pronostico
iniziale.

Per vincere oggi
serviva davvero il “cuore Orizzonte”
e le ragazze di Martina Miceli hanno
dimostrato ancora una volta di averlo, esaltando il pubblico della Piscina
“Francesco Scuderi” di Via Zurria (CT), sotto gli occhi del Presidentissimo Nello Russo,
felicissimo per il successo delle rossazzurre.

E’ stata una partita
combattuta dall’inizio alla fine, caratterizzata dalle emozioni regalate dalle
catanesi già dalle prime battute, a partire dal rigore parato da Flavia
Schillaci all’esperta Bartolini dopo soli 49 secondi di gioco.

Il gesto atletico del
promettente baby portiere rossazzurro ha certamente contribuito a caricare
immediatamente le compagne di squadra, avanti 2-0 poco dopo grazie alle due
reti realizzate da Roberta Grillo prima del ritorno in partita di Prato, che ha
riequilibrato le sorti del match chiudendo il primo tempo sul 3-3.

La sfida è stata
avvincente anche nella seconda frazione, giocata punto su punto da entrambe le
formazioni e conquistata dalle ospiti per 4-3. Quando poi le toscane sono
andate sul 6-8 totale, ad inizio del terzo tempo, in molti probabilmente
pensavano che a quel punto Prato avrebbe chiuso la partita, ma proprio in quel
momento è arrivata la grande reazione d’orgoglio dell’Ekipe Orizzonte, che ha
messo a segno tre reti di fila con le proprie veterane (Di Mario, Palmieri e
Marletta) vincendo la frazione per 3-1 e ribaltando il risultato, fissando il
punteggio sul 9-8.

A quel punto serviva
lo strappo, arrivato puntualmente ad inizio quarto tempo con Claudia Marletta
che prendeva la responsabilità di tirare e realizzare un tiro di rigore
bollente, che regalava il doppio vantaggio alle sue, più volte vicine al colpo
del KO nei minuti successivi. Prato segnava il nono goal ad 1:22 dalla fine, ma
le catanesi avevano troppa voglia di vincere e Flavia Schillaci chiudeva ancora
la porta in più occasioni aiutata da una difesa inossidabile, che blindava il
successo per 10-9 dell’Ekipe Orizzonte.

Voto altissimo per tutte
le rossazzurre in campo, spinte dai tre goal messi a segno sia da Capitan Tania
Di Mario che da Valeria Palmieri. Due preziosissime reti a testa realizzate da
Roberta Grillo e Claudia Marletta completano il bottino delle catanesi.

Un bel regalo quindi per il coach dell’Ekipe Orizzonte,
che in settimana ha festeggiato il compleanno preparando la partita con la sua
squadra e oggi raccoglie con un gran sorriso i frutti del lavoro svolto:
“Sono felicissima – dice Martina Miceli – , questa
vittoria per noi ha un peso importantissimo in funzione della nostra salvezza.
Ha ancor più valore perché ripeto che arriva contro una squadra che alla fine
della stagione, secondo me, lotterà fino alla fine per un’eventuale finale
scudetto, anche perché nella seconda parte del campionato potrà disporre di
altre due atlete che rafforzeranno ulteriormente il loro organico. Giocare qui
non è facile per nessuno, al di là dei valori delle squadre, e lo abbiamo
dimostrato anche oggi con una grandissima partita. In casa nostra, con i nostri
tifosi che ci sostengono di continuo, è complicato per qualunque avversario.
Sono davvero contentissima, anche perché tutte hanno mostrato grande sacrificio
pure in ruoli diversi da quelli propri e nonostante qualcuna non fosse nemmeno
al top della condizione. Abbiamo giocato quasi tutta la partita senza la
Greenwood, con Tania Di Mario che è rientrata solo ieri sera dalla nazionale. La
squadra mi è proprio piaciuta tanto. Da Roberta Grillo, che ha giocato una
grande partita, a Claudia Marletta, che non mi è piaciuta nei primi due tempi
ed ha fatto gli altri due da grande atleta. Ha segnato goal pesanti ed ha
realizzato un rigore fondamentale, prendendosi una bella responsabilità. Sono
soddisfatta anche della prova di Flavia Schillaci, che pur avendo solo 15 anni
credo abbia tenuto testa ad un’atleta del calibro di Elena Gigli, che oggi
difendeva la porta delle avversarie. Tra Flavia ed Isabella Riccioli, in due
non fanno nemmeno l’età di Tania di Mario o della stessa Gigli, eppure mostrano
sempre di più di aver già talento e carattere. Mi dispiace non aver avuto la
possibilità di far esordire Giulia Buccheri, che però intanto è venuta in panchina
per la prima volta ed ha assaporato il clima di una partita di A1. Pure lei è
una giovanissima molto promettente e presto arriverà anche il suo momento, come
sta accadendo per tutte le altre compagne più piccole”.

Nella foto, Claudia Marletta (PH MIMMO LAZZARINO).

 

IL TABELLINO DEL MATCH:

 

L’EKIPE ORIZZONTE-MEDIOSTAR
PRATO
 10-9 (3-3,
3-4, 3-1, 1-1)

L’Ekipe Orizzonte: Schillaci, Greenwood, Musumeci, Buccheri, Di Mario
3, Grillo 2, Palmieri 3, Marletta 2, Buccheri, G. Aiello, Riccioli, Lombardo,
Zuccarello. All. Miceli

Mediostar Prato: Gigli, Pelagatti, Giachi 1, Lapi 1, Bosco,
Repetto, Galardi 2, C. Tabani 3, Albiani 1, Merli, Francini, Bartolini 1, E.
Tabani. All. Bologna

Arbitri: Colombo e Palmieri

Note: Spettatori 200 circa. In porta per l’Orizzonte il
numero 13, Flavia Schillaci, che nel primo tempo para un rigore a Bartolini
(Prato). Greenwood (Orizzonte) uscita per limite di falli nel quarto tempo.
Superiorità numeriche: Orizzonte 2/7 + 2 rigori e Prato 4/7 + 1 rigore

Commenti

commenti