La Geymonat Orizzonte Catania vola in Final Four Scudetto

La
Geymonat Orizzonte Catania batte la RN Bogliasco anche nel match di ritorno dei
Quarti di Finale Play-Off e si qualifica alla Final Four Scudetto, che si
svolgerà a Civitavecchia Venerdì 17 e Sabato 18 Maggio 2013.

Dopo il 14-10 conquistato all’andata in
Liguria, le catanesi hanno infatti vinto meritatamente anche oggi tra le mura
amiche della piscina di Via Zurria (CT), con il risultato di 11-8.

Il
match ha visto andare subito avanti le catanesi, che hanno vinto il primo
parziale per 3-2 e il secondo per 4-3. Inutile il tentativo di reazione delle
ospiti nel terzo parziale, conquistato dalle liguri per 3-2, vanificato dal
netto 2-0 conquistato nell’ultima frazione dalla Geymonat Orizzonte Catania,
sempre più forte di tutto e tutti anche nel far fronte all’atteggiamento ostile
delle avversarie, protagoniste in alcuni casi di falli ai limiti del
regolamento, che nel quarto tempo hanno costretto Valeria Palmieri ad
abbandonare il campo per un colpo proibito subìto praticamente a gioco fermo.

Equamente
distribuite le marcature tra le giocatrici catanesi, con Federica Radicchi,
Rosaria Aiello e Claudia Marletta a segno due volte ciascuno e una rete a testa
per Arianna Garibotti, Tania di Mario, Valeria Palmieri, Maddalena Musumeci e
Dominique Perreault autrici di un goal a testa.

Questo il commento del coach della Geymonat
Orizzonte Catania pochi secondi dopo aver ottenuto l’accesso alla Final Four:
“Siamo contente per questa qualificazione – dice Martina Miceli – ma sappiamo che
per arrivare davanti a tutte dovremo essere brave anche nelle prossime due
partite, che saranno difficilissime. Andiamo a Civitavecchia con grande
serenità perché siamo consapevoli di aver lavorato molto bene e ci sentiamo
pronte. E’ chiaro che certe partite si risolvono con gli episodi, ma noi faremo
di tutto per farci trovare preparate a qualsiasi evenienza. Sarà dura, ma siamo
davvero fiduciose perché siamo certe che se puntiamo sul gruppo possiamo
lottare per la vittoria dello scudetto. Abbiamo tutte grandissime motivazioni,
e parlo di ognuna di noi, da chi ha vinto ancora pochissimo per ragioni d’età a
chi ha il palmares ricco di titoli, ma ha ancora la fame di una bambina come nel
caso di Tania Di Mario o Maddalena Musumeci. Servirà l’apporto di tutti e ne
siamo consapevoli, anzi siamo pronte a combattere anche quando abbiamo contro tutto
e tutti. La nostra squadra continua a fare gruppo più che mai ed è bello vedere
che è uscita fuori la cattiveria agonistica tipica dell’Orizzonte. E’ proprio
questo che mi rende contenta e ottimista per la Final Four”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il
General Manager delle catanesi:
“Oggi è
stata una giornata e una partita molto nervosa, soprattutto per il trattamento
che ci è stato riservato dalle nostre avversarie nel corso del match – ha detto Giuseppe La Delfa – . Di
sicuro però non ci sono dubbi di alcun tipo sui nostri meriti nell’accesso alla
Final Four. Anch’io penso che l’aspetto più importante del nostro percorso sia
quello della mentalità delle nostre giocatrici e del nostro tecnico, che da
diverse settimane lavorano benissimo in vista della fase finale. Sono molto
fiducioso perché conosco ognuna di loro e so bene che quando vogliono sono
sempre capaci di far vedere cose molto importanti. Non mi è piaciuta per nulla
l’atmosfera che si è respirata oggi, che ha visto le nostre avversarie alla
ricerca del tutto per tutto e sempre pronte a provocarci per cercare di
rimettere in gioco una partita che si presentava già proibitiva per il
risultato del match d’andata. Bogliasco infatti ha giocato in modo molto aggressivo
e violento e credo che ciò sia stato dimostrato dal fatto che Valeria Palmieri
è stata costretta ad abbandonare il campo a causa della scorrettezza di
un’avversaria. Speriamo non sia nulla di grave, perché per noi è una giocatrice
molto importante e ci auguriamo di recuperarla pienamente in questi sei giorni
che ci separano dalla Final Four. In ogni caso sono sicuro che abbiamo grandi
possibilità di ottenere il massimo anche a Civitavecchia, dobbiamo solo
concentrarci e tirar fuori il meglio di noi”.

Venerdì 17 Maggio 2013 alle ore 18:30, a Civitavecchia, la
Geymonat Orizzonte Catania incontrerà la Mediterranea Imperia nella seconda semifinale scudetto. La prima vedrà in campo Firenze e Rapallo.

?

IL TABELLINO DEL
MATCH:

 

Geymonat Orizzonte Catania-RN Bogliasco 11-8

Geymonat Orizzonte Catania:
Ricciardi, A. Musumeci, Garibotti 1, Radicchi 2, Di Mario 1, R. Aiello 2,
Palmieri 1, Marletta 2, Lombardo, M. Musumeci 1, Dursi, Perreault 1, Brancati.
All. Miceli

RN Bogliasco: Falconi, Viacava,
Rossi, Dufour  A. 1,  Millo 1, Gallone 1, Maggi 1, Bianconi 4 (1
rig.), Boero, Lanzoni, Di Fiore, Casareto. All. Bettini.

Arbitri: Riccitelli e Petronilli

Note: parziali  3-2, 4-3, 2-3, 2-0. Uscite per limite di falli: Garibotti
(C) nel secondo tempo, Viacava (B) nel quarto tempo. Ammonito Bettini (all.
Bogliasco) per proteste Superiorità numeriche: Catania 4/9 +1 rig. (fallito da
Di Mario nel terzo tempo – traversa), Bogliasco 3/9 +1 rig.. Spettatori 400
circa.

Commenti

commenti