Domani alle 15:00 c’è Rapallo Pallanuoto-Ekipe Orizzonte

Comincia il girone di ritorno della Serie A1 di pallanuoto femminile, che vedrà l’Ekipe Orizzonte ancora in trasferta.

Domani, sabato 11 febbraio alle ore 15:00, le catanesi saranno infatti ospiti del Rapallo Pallanuoto, già sconfitto all’andata per 16-9 tra le mura amiche della Piscina “Francesco Scuderi” di Catania.

Il giro di boa del campionato delle rossazzurre riparte quindi dalla trasferta sul campo delle liguri, che per Capitan Tania Di Mario e compagne coinciderà con la seconda partita esterna consecutiva.

Le etnee arrivano dalla vittoria conquistata a Cosenza, ma anche a Rapallo sarà necessario avere la giusta determinazione, come spiega il coach dell’Ekipe Orizzonte alla vigilia del match: “Anche questa sarà per noi una partita fondamentale – dice Martina Miceli – , perchè vogliamo continuare nel migliore dei modi il nostro cammino. Sappiamo che sarà una sfida difficile, ma siamo anche consapevoli che abbiamo tutte le carte in regola per fare bene. Teniamo in particular modo a questa partita, soprattutto per tutto quello che c’è dietro a questo match. Purtroppo infatti la telenovela legata alla Ioannou non è finita e mi auguro che vengano presi i dovuti provvedimenti verso chi ha agito in modo sbagliato, com’è giusto che sia. Restiamo in attesa dell’epilogo di questa brutta vicenda, con Carolina che naturalmente potrà fare solo da spettatrice a questa partita, anche se ci teneva in particolar modo a giocarla. Avremo tutte le atlete a disposizione e questo sarà importante, a maggior ragione perchè veniamo da due settimane molto strane, perchè ognuna delle nostre giocatrici è stata colpita a turno da una sindrome influenzale, ma è chiaro che è dipeso dal periodo. Nel frattempo, è anche bello sottolineare che quattro delle nostre giovani giocatrici sono state convocate per il collegiale Under 17 che comincia domenica e, oltre alle 2000 Isabella Riccioli, Roberta Santapaola e Flavia Schillaci, ci sarà anche Dorotea Spampinato, che è solo una 2003. Per le più grandi ce l’aspettavamo, mentre la prima convocazione per Dorotea è stata una bella sorpresa per tutti”.

Commenti

commenti