Domani alle 15:00 c’è Mediterranea Imperia-Orizzonte Catania

La
regular season del Campionato di Serie A1 femminile di pallanuoto volge al
termine e si concluderà nel prossimo fine settimana.

L’Orizzonte
Catania ha però a disposizione un “jolly”, poiché resta da recuperare il match
d’andata contro l’Imperia che venne rinviato a novembre, a causa delle
condizioni meteo avverse che fecero vivere alle rossazzurre una vera e propria
odissea, dato che non riuscirono a raggiungere la città ligure.

La partita si giocherà quindi domani, mercoledì
25 marzo 2015 alle ore 15:00, nella Piscina Comunale “Felice Cascione” di
Imperia, permettendo così di colmare quel vuoto creatosi nella settima giornata
di campionato.

La
sfida promette spettacolo, sia per le ambizioni delle padrone di casa che per
quelle delle etnee, che oltretutto solo venti giorni fa hanno compiuto una
grande impresa battendo proprio la Mediterranea Imperia a Catania per 14-10.

Le liguri ovviamente faranno di tutto
per vendicare quella sconfitta che brucia ancora tantissimo, ma le catanesi andranno
in campo senza paura per tentare un nuovo sgambetto, come spiega alla vigilia il
coach dell’Orizzonte Catania:
“Quella
di domani sarà forse una partita un po’ anomala – dice Martina Miceli – , ma noi ce la giocheremo a viso aperto.
Imperia avrà sicuramente il dente avvelenato, però siamo tranquille, anche se
sappiamo che sarà difficile ripetere la prestazione che abbiamo fatto qualche
settimana fa in casa. Oltretutto secondo me loro ci avevano sottovalutato e
quindi domani prenderanno le giuste contromisure. Noi però vogliamo dare il
massimo, anche perchè sappiamo che tra questa partita e quella di venerdì sera
contro Rapallo potremmo giocarci il nostro sogno, quella cosa che all’inizio
dell’anno era assurda ed impensabile e che ora può dipendere da noi, perché abbiamo
a disposizione una partita in più delle altre e giocheremo l’ultima giornata in
casa. Ci saranno anche Tania Di Mario e Valeria Palmieri, che ci raggiungeranno
direttamente ad Imperia, dato che arrivano dagli impegni con la nazionale e
hanno giocato pure oggi. Andiamo lì, consapevoli che poi torneremo stanche,
però non ci sono alibi di alcun tipo. E’ il nostro momento e ce la giocheremo
fino alla fine”.

Commenti

commenti