Coppa Campioni: Ekipe Orizzonte-Sant Andreu 14-7

Inizia subito con un successo il cammino dell’Ekipe Orizzonte nella nuova stagione di Coppa Campioni.

Smaltite le scorie del viaggio di rientro da Sabadell, dopo la conquista della Supercoppa Europea, le catanesi hanno infatti vinto la prima sfida del girone eliminatorio in corso di svolgimento alla Piscina “Francesco Scuderi” di via Zurria (CT).

Le rossazzurre hanno infatti battuto 14-7 le spagnole del Sant Andreu, portando a casa i primi tre punti del girone.

La partita è stata guidata sin dall’inizio dalle padrone di casa, che hanno vinto il primo tempo 2-1. L’Ekipe Orizzonte ha poi accelerato nel secondo parziale, dominato per 5-2, vincendo anche le ultime due frazioni, rispettivamente per 4-2 e 3-2.

Ben cinque gol per Claudia Marletta, miglior marcatrice assoluta del match, due reti a testa per Arianna Garibotti e Rosaria Aiello. Un goal  ciascuno per Carolina Ioannou, Joelle Bèkhazi, Giulia Emmolo ed Hayley McKelvey.

Al fischio finale il coach dell’Ekipe Orizzonte ha elogiato le proprie giocatrici per la bella risposta data solo tre giorni dopo la finalissima di Supercoppa Europea vinta in casa del Sabadell: “Sinceramente ero molto preoccupata – ha detto Martina Miceli – , perché in questi giorni ho visto le partite del Sant Andreu ed ho notato che, pur essendo molto giovani, le nostre avversarie nuotano tantissimo, non mollano mai e vanno a mille. Hanno qualche giovane davvero brava e non hanno nulla da perdere. Io avevo qualche timore anche perché sapevo che in noi c’era molta stanchezza e avevo paura potesse esserci qualche calo emotivo dopo Sabadell. Lo avevo detto anche alle ragazze, ne abbiamo parlato ed ho ribadito a tutte loro che per noi questa sarebbe stata la partita più importante. Devo dire che, anche se certe cose non mi sono piaciute, in fondo abbiamo portato la partita a casa nel migliore dei modi e quindi va bene così. Sono molto contenta ed ora ci prepariamo alla sfida di domani. Purtroppo non abbiamo avuto modo di preparare nessuna di queste tre partite. Noi probabilmente sulla carta siamo tatticamente più forti delle altre squadre, ma per esserlo davvero bisogna anche poterle preparare bene. Quella odierna era però davvero la prova della maturità, perché dopo essere state brave a Sabadell era importante esserlo pure oggi e così è stato in un momento in cui dovevamo dimostrare di essere consapevoli della nostra forza. Domani arriva la sfida contro l’Uralochka e credo sia la più tosta, perché loro sono un’ottima squadra ed hanno fatto anche dei buoni risultati nel girone preliminare. Le conosciamo già, nella scorsa stagione forse abbiamo giocato contro di loro una delle nostre migliori partite e sappiamo che per vincere con loro dobbiamo giocare bene. Quindi non basta essere attente come lo siamo state oggi, perché sono veramente forti, ma noi ci faremo trovare pronte”.

IL TABELLINO DEL MATCH:

Ekipe Orizzonte Catania-Cn Sant Andreu 14-7

Parziali: 2-1, 5-2, 4-2, 3-2.

Ekipe Orizzonte: Gorlero, Ioannou 1, Garibotti 2, Viacava, Aiello 2, Bèkhazi 1, Palmieri 1, Marletta 5, Emmolo 1, McKelvey 1, Riccioli, Santapaola, Condorelli. All. Martina Miceli.
Sant Andreu: Sanchez, Olive Marti 1, Mora Perez 1, Abellan Valle, Farre Colomina 1, Navarro Parera, Luque Callejo, Rubio Ortega 1, Prieto Hernandez 1, Palacio, Aznar 2, Terre Marti. All. Javier Fernandez Aznar.
Arbitri: Marcela Mauss (GER), Grigorios Spanoudis (GRE).

Note: circa 500 spettatori. Sup. numeriche: 4/6 Orizzonte, 0/8 Sant Andreu. Espulsa per tre falli Bekhazi nel terzo tempo. Nel quarto tempo Condorelli e Santapaola in campo.

 

Nell’altra sfida della prima giornata le russe dell’Uralochka hanno battuto 18-11 le ungheresi del BVSC Zuglo.

Domani alle 17:00 l’Ekipe Orizzonte affronterà l’Uralochka nel primo match della seconda giornata. A seguire Sant Andreu-BVSC Zuglo.

Anche nel pre-partita di domani chi vorrà potrà farsi immortalare con la Supercoppa Europea vinta in Spagna dall’Ekipe Orizzonte, che sarà a bordo vasca fino a poco prima del fischio d’inizio.

 

PH SABRINA MALERBA

 

Commenti

commenti