Colpo di mercato dell’Orizzonte Catania

A poco meno di un mese dall’inizio del campionato 2012/13 di Serie A1 di pallanuoto femminile, che scatterà Sabato 27 Ottobre 2012, in casa Orizzonte Catania si pensa a rafforzare la squadra per presentarsi ai nastri di partenza della nuova stagione agonistica con una rosa che possa ambire a tornare tra le protagoniste.
Nelle scorse ore, infatti, la società del Presidente Nello Russo ha messo a segno il primo colpo di mercato, acquistando la giocatrice della nazionale canadese femminile, Dominique Perreault, attaccante mancina classe ’84 che sarà quindi la straniera della squadra etnea nella stagione che sta per iniziare.
La nuova avventura rossazzurra della Perreault ha uno “sponsor” di altissimo livello e si tratta del coach della nazionale femminile di pallanuoto canadese: “Conosco da una vita l’Orizzonte, la sua storia e la sua grande tradizione – dice Guy Baker – e sono convinto che per Dominique, così come in passato per altre mie atlete della nazionale USA, sarà un’esperienza incredibilmente utile e formativa. Sono sicuro che porterà entusiasmo e una gran voglia di far bene, oltre a un pizzico di esperienza in un gruppo che mi dicono sia piuttosto giovane, ma sicuramente molto competitivo”.
Felice del colpo di mercato messo a segno il General Manager dell’Orizzonte, che ha portato avanti personalmente la trattativa dall’inizio alla fine: “Sono molto contento dell’acquisto di Dominique – dice Giuseppe La Delfa – perché, tra le diverse soluzioni che avevamo, credo che questa fosse la scelta migliore in funzione delle esigenze tattiche che ha la squadra, secondo le indicazioni che abbiamo ricevuto dal nostro coach, Martina Miceli. Conosco molto bene questa giocatrice e sono stato subito d’accordo proprio con Martina, quando si è deciso di puntare sulla mancina canadese. E’ un’operazione che per settimane è rimasta in bilico, in attesa che la vicenda Marletta potesse risolversi e potesse meglio delineare l’organico della prossima stagione. Alla luce però dell’assurdo accanimento da parte della società di appartenenza nei suoi confronti, al momento abbiamo scelto di fare i conti con quello di cui disponiamo e non di quello che spereremmo di avere. Resta il fatto che, malgrado la ragazza sia scomparsa dall’ambiente e abbia comunicato perfino in federazione e in nazionale di essersi ritirata dall’attività, la porta dell’Orizzonte per Claudia rimane aperta anche fino all’ultima giornata nella speranza, soprattutto per la ragazza, che la vicenda si risolva nel migliore dei modi”.

Ufficio stampa, 05/10/2012

Commenti

commenti